Benvenuto! Relais Sans Soucis e SPA. Prenota online o chiama 0761 612014.
Scegli le date di arrivo e partenza e inserisci il numero totale di persone per la prenotazione

Home» Territorio

Territorio

Cosa vedere

Territorio

Il Relais Sans Soucis & Spa si trova all’interno del Parco Naturale dei Monti Cimini sulle rive del Lago di Vico poco lontano dalla via Francigena, strada che a partire dal IX secolo collegava Roma con il centro dell’Europa e che secondo la leggenda proseguiva fino a Gerusalemme.

Un vero e proprio paradiso per gli amanti dell’escursionismo e di tutte le attività che si svolgono all’aria aperta, principalmente trekking, bicicletta e passeggiate a cavallo. Il lago e il Parco Naturale rendono questa località meta ambita da coloro che praticano birdwatching: qui possono essere ammirate non solo alcune specie di uccelli stanziali, ma anche diversi esemplari di uccelli migratori che sostano durante la migrazione verso i paesi africani.
L’alto Lazio e la provincia di Viterbo non sono famosi solo per la splendida natura; il territorio è, infatti, ricchissimo anche dal punto di vista storico-culturale: nella zona,ad esempio, è possibile visitare il Parco dei Mostri di Bomarzo, il bellissimo Palazzo Farnese di Caprarola e Bagnaia con la splendida Villa Lante circondata da uno dei più famosi giardini italiani a sorpresa manieristici risalente  al XVI secolo.

Di seguito troverete alcune informazioni su Ronciglione e i suoi dintorni.

  • Ronciglione

    Ronciglione

    Fra Medioevo e Rinascimento

    Lungo la Via Francigena, nella Tuscia Viterbese, all’altezza del Lago di Vico si trova Ronciglione.
    Ronciò, in dialetto locale, giace sul versante meridionale dei monti Cimini, su un grosso sperone tufaceo, alla confluenza di due fiumi, il Rio Vicano e il Fosso Chianello. Quest’ultimo però dal XVI secolo scorre sotterraneo grazie alle Colmate Farnesiane che con la bonifica hanno impresso alla cittadina un nuovo sviluppo consentendogli di estendersi su un secondo sperone tufaceo.

    Dettagli

  • Il Lago di Vico

    Il Lago di Vico

    Fra storia e leggenda

    Excalibur, la spada nella roccia, compare diverse volte nella storia italiana: nel racconto di San Galgano, nell’atto della rinuncia alla vita da cavaliere per quella da eremita, rinuncia che si è realizzata conficcando la spada in una roccia, nell’archeologia Sarda che ha portato alla luce alcuni esempi di spade impiantate nella roccia da guerrieri nuragici, in provincia di Nuoro; ma quello che ci riguarda più da vicino è l’antichissimo racconto della tradizione erculea.

    Dettagli

  • I sentieri intorno al Lago di Vico

    I sentieri intorno al Lago di Vico

    I sentieri del Lago di Vico

    La vocazione naturalistica del territorio del S.E.C., la presenza della Riserva Naturale del Lago di Vico e della Comunità Montana dei Cimini offrono la possibilità di percorrere, immersi nella natura, moltissimi sentieri, di difficoltà varia, sia a piedi che in mountain bike.

    Dettagli

  • Circuito Farnesiano

    Circuito Farnesiano

    Circuito Farnesiano

    Il tragitto parte da Ronciglione, passando per Caprarola si arriva a Carbognano, si prosegue per Vallerano e Vignanello, continuando in direzione Canepina si arriva all’ultima tappa che è Soriano nel Cimino. E’ percorribile in auto e può essere effettuato in nell’arco di un paio di giorni.

    Dettagli

  • Itinerario Etrusco

    Itinerario Etrusco

    Itinerario Etrusco

    Fascino ed emozione, è la sensazione più comune che prova chi decide di immergersi nella civiltà Etrusca attraversandone le bellezze sopravvissute nei secoli.

    Dettagli

  • Bagnoregio

    Bagnoregio

    Bagnoregio

    Storia e Turismo 

    Patria di S. Bonaventura, (1217-74) e dello scrittore Bonaventura Tecchi,(1896-1968), Bagnoregio sorge sul versante nord-est del Viterbese ad un'altitudine di 484 m s.l.m. E' l'antica "Balneum Regis", nome che le deriva dalle acque termali presenti nella zona.

    Dettagli

  • Barbarano Romano

    Barbarano Romano

    Barbarano Romano

    Storia e Turismo

    Barbarano Romano: dove la natura incontra secoli di storia in un'oasi protetta, il Parco Regionale Marturanum. Visitando il Parco si passa dalle necropoli etrusche, al borgo medievale arroccato su una rupe di roccia vulcanica, e ci si immerge nella natura fino alle Gole del Biedano.

    Dettagli

  • Blera

    Blera

    Blera

    Storia e Turismo

    La storia di questo centro, nel versante meridionale della Tuscia Viterbese, viene da lontano, probabilmente dal VIII sec.a.C., quando si riunirono in un unico pagus i villaggi dei dintorni, già attivi nell’età del ferro. Il periodo di maggior espansione risale agli Etruschi che fecero di Blera una delle più importanti città dell’Etruria meridionale.

    Dettagli

  • Bomarzo

    Bomarzo

    Bomarzo

    Storia e Turismo

    Il piccolo borgo sorge su di un crinale tufaceo, a 263 s.l.m., raccolto attorno al palazzo Orsini, ricostruito agli inizi del Cinquecento su progetto di Baldassarre Peruzzi, da Corrado Orsini e dal figlio Pier Francesco, detto Vicino.

    Dettagli

  • Capranica

    Capranica

    Capranica

    Storia e Turismo

    Capranica si trova tra i monti Cimini e i colli Sabatini su una rocca tufacea che domina la Cassia. Mentre anticamente si usava la vicina via consolare per arrivarvi oggi c'è la linea ferroviaria Civitavecchia-Capranica-Orte, nota per il suo percorso che si snoda tra territori impervi, in mezzo a un territorio incontaminato.

    Dettagli

  • Caprarola

    Caprarola

    Capraola

    Storia e Turismo

    La cittadina di Caprarola è strettamente collegata all'imponente Palazzo Farnese che domina la campagna e funge da fulcro a tutto il centro storico. Venne eretto a partire dagli inizi del Cinquecento su di una preesistente rocca a pianta pentagonale iniziata dal Sangallo.

    Dettagli

  • Carbognano

    Carbognano

    Carbognano

    Storia e Turismo

    Il nome, alquanto singolare, offre due diverse interpretazioni, entrambe probabili: secondo alcuni trae origine dalle numerose carbonaie, prolificate grazie ai fitti boschi, secondo altri deriva dai Carbones, potenti proprietari terrieri. Circondato da alte colline e protetto dai Monti Cimini, deve la sua fondazione agli Etruschi di cui restano tracce in tutta la zona circostante.

    Dettagli

  • Cerveteri

    Cerveteri

    Cerveteri

    Storia e Turismo

    La città di Cerveteri, chiamata Ceravetus, è’ stata una delle più importanti città dell’Etruria e affonda le sue radici nell'età del Bronzo Finale IX – VII sec. a.C. . L’attuale abitato occupa una piccola parte del pianoro tufaceo, difeso dai corsi d’acqua del fosso Manganello e della Mola, dove sorgeva il villaggio greco della Agylla su cui venne inizialmente fondata la città Etrusca di Ceisra, e poi quella Romana di Caere.

    Dettagli

  • Civita Castellana

    Civita Castellana

    Civita Castellana

    Storia e Turismo

    Un sito falisco, sorto in prossimità del fiume Treja. I Falisci erano un popolo italico che raggiunse un alto livello di civiltà, usavano una lingua molto simile a quella romana, vivevano di agricoltura e pascolo.

    Dettagli

  • Grotte di Castro

    Grotte di Castro

    Grotte di Castro

    Storia e Turismo

    Grotte di Castro è un tipico centro di origine etrusca situato non lontano dal lago di Bolsena su una rupe dei monti Volsini. La sua fondazione risale all’Alto Medioevo quando gli abitanti di Civita scampati alla distruzione della città si rifugiarono sulla roccia tufacea dove poi fu costruita Grotte. Oggi la cittadina si distingue per la sua salubrità, la bellezza del paesaggio, il bel borgo e le famose patate della zona che sono alla base di numerosi piatti tipici locali.

    Dettagli

  • Nepi

    Nepi

    Nepi


    Storia e Turismo


    Il comune di Nepi è situato nella regione Lazio in provincia di Roma. E' posto su un alto promontorio tufaceo a circa 230 mt., è attraversato da due torrenti, il Puzzolo e il Falisco. Le origini del paese sono molto antiche riconducibili all'epoca preistorica.

    Dettagli

  • Sutri

    Sutri

    Sutri

    Storia e Turismo:

    La cittadina si dispone lungo la consolare Cassia, su uno sperone inespugnabile tra le pendici vulcaniche dei Cimini e Sabatini. Si presume che la cittadina fondata un paio di secoli prima di Roma, come asserisce Livio, mostra tratti di mura megalitiche nei pressi dell’abitato cui si aggiungono avanzi di mura poderose innalzate per fronteggiare la minaccia di Roma.

    Dettagli

  • Viterbo

    Viterbo

    Viterbo

    Storia e Turismo

    Viterbo, capoluogo di provincia del Lazio, è una cittadina che conta poco più di 60.000 abitanti. Situata nella zona della Tuscia, cioè l’Alto Lazio, Viterbo sorge a 326 m.s.l.m., al centro di una fitta rete di vie di comunicazione.

    Dettagli

  • Orvieto

    Orvieto

    Orvieto

    Storia e Turismo:

    Centro di grande attrazione turistica, grazie alle numerose opere d'arte e alla posizione bella e suggestiva. Le sue origini sono etrusche, testimoniate da una necropoli e da alcuni reperti. Diventa un comune romano e sparisce nel VI secolo. Viene conquistata e perduta più volte dai Bizantini e dai Goti, fino ad essere occupata dai Longobardi. Entra poi nello Stato Pontificio fino all'Unità d'Italia.

    Dettagli

  • Anguillara

    Anguillara

    Anguillara

    Storia e Turismo:

    Ha origini romane, come ricordano i ruderi delle antiche ville, sparsi nell'immediato circondario. Fu feudo degli Anguillara e poi in seguito degli Orsini. Bella cittadina, luogo di villeggiatura estiva, (come era sin da epoche antiche), e di notevole attrazione turistica, si presenta su speroni di roccia a strapiombo sul lago e presenta l'antico nucleo storico tutto racchiuso entro le mura. La porta d'accesso, del XVI sec., è posta fra due torri ed è l'unico ingresso principale al borgo.

    Dettagli